Voci inascoltate... gli italioti preferiscono le canzonette di Roma

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Voci inascoltate... gli italioti preferiscono le canzonette di Roma

Messaggio  Angela il Mar Mag 01, 2012 6:20 pm

“Buon 1 maggio, lavoratore suicidato". E' quanto si legge, secondo una nota di Blu, Blocco lavoratori unitario, sindacato nato in seno a CasaPound Italia, negli striscioni 'Choc' posizionati nella notte davanti ai cimiteri dei principali capoluoghi dell'Emilia-Romagna. "Una provocazione - scrive Blu - In tempi di crisi il 1/o maggio si celebra anche cosi".



“Primo maggio, cosa avete da festeggiare?”
I militanti di Lotta Studentesca hanno dato vita a un'iniziativa a livello nazionale che ha coinvolto quasi 50 città. Per la festa dei lavoratori hanno spedito centinaia di sacche di sangue alle segreterie provinciali della Cgil e di altri sindacati, con un volantino riportante la lista degli imprenditori, operai e lavoratori che da gennaio si sono tolti la vita a causa della crisi.




Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven
avatar
Angela
Admin

Numero di messaggi : 801
Età : 32
Località : Benaco
Data d'iscrizione : 04.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Voci inascoltate... gli italioti preferiscono le canzonette di Roma

Messaggio  Ombra il Mar Mag 01, 2012 7:30 pm

1 maggio: striscioni ‘choc’ firmati Blu davanti ai cimiteri italiani, ‘buon 1 maggio lavoratore suicidato’ PDF Stampa
Lunedì 30 Aprile 2012 23:52

Nel mirino del sindacato di CasaPound anche il ‘concertone’ di Cgil, Cisl e Uil, ‘ci sono sindacati che non festeggiano’

Roma, 1 maggio – ‘’Buon 1 maggio, lavoratore suicidato’’. Uno striscione davanti a ogni cimitero d’Italia: in tempi di crisi il 1 maggio si celebra anche così. La provocazione è targata Blu, Blocco lavoratori unitario, sindacato nato in seno a CasaPound Italia, che aveva già messo a segno negli ultimi mesi due azioni contro i licenziamenti avviati dall’azienda di autotrasporto trentina Arcese e dalle Officine meccaniche ferroviarie del Salento e un blitz coordinato in una cinquantina di città italiane contro la riforma del lavoro e la modifica dell’articolo 18.

Anche questa volta, l’azione è stata compiuta simultaneamente in una cinquantina tra città e piccoli centri dal Nord al Sud del Paese. ‘’Ci sono sindacati che non festeggiano’’, si legge in calce ai volantini ‘choc’ che stanno facendo il giro del web: l’immagine rappresentata è quella di un operaio impiccato che pende da un grande ‘1’. A lato la scritta: ‘’Forse non ti interessa più, ma a Roma oggi c’è un gran concerto. Buon 1 maggio, lavoratore suicidato’’. E il ‘concertone’ organizzato da Cgil, Cisl e Uil a piazza San Giovanni è finito anche su uno degli striscioni esposti dal sindacato di Cpi a Roma: ‘’Buon 1 maggio, lavoratore suicidato – si legge – stasera niente concerto’’.

‘’Rifiutiamo la logica da ‘panem et circenses’ dei sindacati, anche perché di ‘panem’, a differenza di quanto avveniva nell’antica Roma, oggi non se ne vede più – sottolinea Blu in una nota – Di fronte a una lista di imprenditori e lavoratori ‘suicidati’ da uno Stato strozzino che si allunga ogni giorno di più e a una riforma che punta a ridurre i lavoratori in stato di servaggio, Cgil, Cisl e Uil non sanno fare di meglio che pretendere di utilizzare come una vetrina, peraltro a costo zero, piazza San Giovanni, sperando così di far dimenticare a suon di musica la loro inettitudine. Noi però a questo gioco ipocrita non partecipiamo. E’ il 1 maggio, ma non c’è niente da festeggiare’’.


casapounditalia
radiobandieranera





Il volantino

blu
avatar
Ombra

Numero di messaggi : 136
Località : Campo HOBBIT
Data d'iscrizione : 14.04.12

Foglio di personaggio
Gioco di Ruolo:

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum