Voci inascoltate... gli italioti preferiscono le canzonette di Roma

Andare in basso

Voci inascoltate... gli italioti preferiscono le canzonette di Roma

Messaggio  Angela il Mar Mag 01, 2012 6:20 pm

“Buon 1 maggio, lavoratore suicidato". E' quanto si legge, secondo una nota di Blu, Blocco lavoratori unitario, sindacato nato in seno a CasaPound Italia, negli striscioni 'Choc' posizionati nella notte davanti ai cimiteri dei principali capoluoghi dell'Emilia-Romagna. "Una provocazione - scrive Blu - In tempi di crisi il 1/o maggio si celebra anche cosi".



“Primo maggio, cosa avete da festeggiare?”
I militanti di Lotta Studentesca hanno dato vita a un'iniziativa a livello nazionale che ha coinvolto quasi 50 città. Per la festa dei lavoratori hanno spedito centinaia di sacche di sangue alle segreterie provinciali della Cgil e di altri sindacati, con un volantino riportante la lista degli imprenditori, operai e lavoratori che da gennaio si sono tolti la vita a causa della crisi.




Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven
avatar
Angela
Admin

Numero di messaggi : 801
Età : 33
Località : Benaco
Data d'iscrizione : 04.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Voci inascoltate... gli italioti preferiscono le canzonette di Roma

Messaggio  Ombra il Mar Mag 01, 2012 7:30 pm

1 maggio: striscioni ‘choc’ firmati Blu davanti ai cimiteri italiani, ‘buon 1 maggio lavoratore suicidato’ PDF Stampa
Lunedì 30 Aprile 2012 23:52

Nel mirino del sindacato di CasaPound anche il ‘concertone’ di Cgil, Cisl e Uil, ‘ci sono sindacati che non festeggiano’

Roma, 1 maggio – ‘’Buon 1 maggio, lavoratore suicidato’’. Uno striscione davanti a ogni cimitero d’Italia: in tempi di crisi il 1 maggio si celebra anche così. La provocazione è targata Blu, Blocco lavoratori unitario, sindacato nato in seno a CasaPound Italia, che aveva già messo a segno negli ultimi mesi due azioni contro i licenziamenti avviati dall’azienda di autotrasporto trentina Arcese e dalle Officine meccaniche ferroviarie del Salento e un blitz coordinato in una cinquantina di città italiane contro la riforma del lavoro e la modifica dell’articolo 18.

Anche questa volta, l’azione è stata compiuta simultaneamente in una cinquantina tra città e piccoli centri dal Nord al Sud del Paese. ‘’Ci sono sindacati che non festeggiano’’, si legge in calce ai volantini ‘choc’ che stanno facendo il giro del web: l’immagine rappresentata è quella di un operaio impiccato che pende da un grande ‘1’. A lato la scritta: ‘’Forse non ti interessa più, ma a Roma oggi c’è un gran concerto. Buon 1 maggio, lavoratore suicidato’’. E il ‘concertone’ organizzato da Cgil, Cisl e Uil a piazza San Giovanni è finito anche su uno degli striscioni esposti dal sindacato di Cpi a Roma: ‘’Buon 1 maggio, lavoratore suicidato – si legge – stasera niente concerto’’.

‘’Rifiutiamo la logica da ‘panem et circenses’ dei sindacati, anche perché di ‘panem’, a differenza di quanto avveniva nell’antica Roma, oggi non se ne vede più – sottolinea Blu in una nota – Di fronte a una lista di imprenditori e lavoratori ‘suicidati’ da uno Stato strozzino che si allunga ogni giorno di più e a una riforma che punta a ridurre i lavoratori in stato di servaggio, Cgil, Cisl e Uil non sanno fare di meglio che pretendere di utilizzare come una vetrina, peraltro a costo zero, piazza San Giovanni, sperando così di far dimenticare a suon di musica la loro inettitudine. Noi però a questo gioco ipocrita non partecipiamo. E’ il 1 maggio, ma non c’è niente da festeggiare’’.


casapounditalia
radiobandieranera





Il volantino

blu
avatar
Ombra

Numero di messaggi : 136
Località : Campo HOBBIT
Data d'iscrizione : 14.04.12

Foglio di personaggio
Gioco di Ruolo:

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum