RIFLESSIONI...

Pagina 2 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Gregor il Mar Mar 30, 2010 4:36 pm

Toh che sorpresa!! Guarda chi si rivede! Il nostro beneamato fancazzasista, nonchè Amministratore latitante.
\lim_{x \to \pm\infty}f(x) = \pm \infty.
Arcotangengente in prossimità di un asintoto?? E cos'è di grazia? un nuovo piatto esotico?? Sarà buono? Che si sappia, è mai morto nessuno dopo averlo assaggiato?
E' normale caro Anatas, è normale che crescendo aumentino anche le responsabilità, gli impegni... vedi "theempty....." Laughing Laughing Laughing Questo però vale solo fino ad una certa età... dopo le responsabilità e gli impegni calano in modo drammatico, fino a farti sentire un poco più di niente. Quindi ragazzo mio, non ti lamentare e trotta, assolvi con impegno i tuoi compiti, per doverti piangere addosso in seguito.
Ti è piaciuta la pillola di saggezza che ti ho propinato??
Dimmi di si!!affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid

Gregor

Numero di messaggi : 1081
Età : 67
Località : Un angolo di Paradiso... Il Mio...
Data d'iscrizione : 31.08.08

Foglio di personaggio
Gioco di Ruolo:

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Gregor il Mar Mar 30, 2010 4:48 pm

E CHI MAI POTREBBE SCORDARSI DI K (alias PP)?
Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing

Gregor

Numero di messaggi : 1081
Età : 67
Località : Un angolo di Paradiso... Il Mio...
Data d'iscrizione : 31.08.08

Foglio di personaggio
Gioco di Ruolo:

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Anatas il Mar Mar 30, 2010 6:58 pm

ma,, Greg.... io non mi lamneto affatto....

IO SONO FEWLICISSIMO!!!!!!

DAl nulla, sto per essere assunto da una società che sta per costituirsi e che vedrà come partners la mia Facoltà e il politecnico di bari (e si LAVORA!!!! E HANNO SCELTO MEEEEE!!!!!!!); poi aprirò una mia ttività con un mio amico; ancora, ho un colooquiop a Vicenza verso la fine del mese e, nel frattempo, continuo a lavorare presso la commercialista comunista che mi schiavizza ma che tanto mi lascia imparare.

Ergo: sono FELICE!!!!

E, per quanto riguarda l'Arcotangente.... SE NON SAI COS'E' SONO PROBLEMI TUOI!!!!!!!

Potrei anche esprimerti meglio l'idea dicendoti che mi sento comela coda destra di una Gaussiana in prossimità della sua ordinata che tende ad un asintoto...... come sono poetico, non è vero?

Muauhauhauhaauhuahuaha!!!!!!!

_________________
Yesterday seems as though it never existed
Death greets me warm, now I will just say goodbye
avatar
Anatas
Admin

Numero di messaggi : 431
Età : 37
Località : Gravina in Puglia
Data d'iscrizione : 29.08.08

Foglio di personaggio
Gioco di Ruolo: Casualità

http://www.theemptydream.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Jurka il Mar Mar 30, 2010 7:20 pm

Caro carissimo Admin sono felice per te !! Fine della gavetta finalmente cheers cheers

Però una tiratina di orecchie te la meriti: ci vedi connessi e non ti affacci a salutare? Evil or Very Mad Evil or Very Mad
avatar
Jurka

Numero di messaggi : 175
Età : 62
Località : Dolomiti orientali
Data d'iscrizione : 31.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Gimand il Mar Mar 30, 2010 7:29 pm

Anatas ha scritto:ma,, Greg.... io non mi lamneto affatto....

IO SONO FELICISSIMO!!!!!!

DAl nulla, sto per essere assunto da una società che sta per costituirsi e che vedrà come partners la mia Facoltà e il politecnico di bari (e si LAVORA!!!! E HANNO SCELTO MEEEEE!!!!!!!); poi aprirò una mia ttività con un mio amico; ancora, ho un colooquiop a Vicenza verso la fine del mese e, nel frattempo, continuo a lavorare presso la commercialista comunista che mi schiavizza ma che tanto mi lascia imparare.

Ergo: sono FELICE!!!!

E, per quanto riguarda l'Arcotangente.... SE NON SAI COS'E' SONO PROBLEMI TUOI!!!!!!!

Potrei anche esprimerti meglio l'idea dicendoti che mi sento comela coda destra di una Gaussiana in prossimità della sua ordinata che tende ad un asintoto...... come sono poetico, non è vero?

Muauhauhauhaauhuahuaha!!!!!!!




BENE, BENE!

Finalmente, tutto è bene quel che finisce bene.
avatar
Gimand

Numero di messaggi : 281
Età : 67
Località : Domus Oscellae, oppure, se preferite: Domodossola (VB)
Data d'iscrizione : 20.01.09

Foglio di personaggio
Gioco di Ruolo:

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Angela il Mar Mar 30, 2010 11:05 pm

Anatas ha scritto:ma,, Greg.... io non mi lamneto affatto....

IO SONO FEWLICISSIMO!!!!!!

DAl nulla, sto per essere assunto da una società che sta per costituirsi e che vedrà come partners la mia Facoltà e il politecnico di bari (e si LAVORA!!!! E HANNO SCELTO MEEEEE!!!!!!!); poi aprirò una mia ttività con un mio amico; ancora, ho un colooquiop a Vicenza verso la fine del mese e, nel frattempo, continuo a lavorare presso la commercialista comunista che mi schiavizza ma che tanto mi lascia imparare.

Ergo: sono FELICE!!!!

E, per quanto riguarda l'Arcotangente.... SE NON SAI COS'E' SONO PROBLEMI TUOI!!!!!!!

Potrei anche esprimerti meglio l'idea dicendoti che mi sento comela coda destra di una Gaussiana in prossimità della sua ordinata che tende ad un asintoto...... come sono poetico, non è vero?

Muauhauhauhaauhuahuaha!!!!!!!


Vergognati! Rispondere così al mio Preside! Mad

Chi ti credi di essere? Piccolo brutto e rosso diavoletto che vive circondato da orrendi Kommmmmunisti che mangiano i ... ehm... peperoncini... rossi anche quelli! Ma in Puglia siete proprio fissati! Evil or Very Mad

Guarda che io ci metto poco a fare un golpe... capito??? Twisted Evil



P.S. Ehm... A? Visto che bravina che sono diventata a cazziarti? Wink
avatar
Angela
Admin

Numero di messaggi : 801
Età : 32
Località : Benaco
Data d'iscrizione : 04.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Angela il Lun Apr 05, 2010 7:36 pm

C’è in corso un’inchiesta ed un attacco (giustissimo per me) al Vaticano da parte del New York Times. L’accusa è chiara: la Chiesa copre i preti pedofili.

La Chiesa copre da sempre queste infamie e questo debole Pontificato deve “svegliarsi” o sarà davverò l’inizio della fine.

La Chiesa ha tanti meriti… ma è fatta da uomini… uomini strani… che vestono con quei sottanoni e che chiamano tutti “fratello e sorella”. Non mi sono mai piaciuti… non so perché. Rispetto i credenti, i loro riti e i loro luoghi di culto anche se mi mettono soggezione… ma ogni tanto, vincendo questa specie di “avversione” entro in qualche chiesa e cerco… di capire. (Mission impossible… lo so! Mi manca… qualcosa, credo. Ho ricevuto quelli si chiamano Sacramenti… ma forse l’acqua non era benedetta, l’ostia era scaduta e quel vescovo era poco pratico, eh eh!!)

Dicevo…questi preti… sono uomini e possono sbagliare ma per certe nefandezze non deve esistere la legge di Dio… quel Dio che se pur tirato in ballo per ogni cazzata non si muove mai… per questi orrori deve valere la legge degli uomini. (Anche se pure questa è da rivedere… ma lasciamo perdere… per ora)
La legge degli uomini dice che chi abusa di un bambino merita una severa condanna (non chiedetemi di dire cosa invece farei a queste bestie).

Non possiamo consentire al Vaticano di trincerarsi dietro l’omertà… che zzo sono? Mafiosi?
Devono prendere una precisa posizione in merito e non nascondersi.
Non posso aprire un giornale e leggere che ora questo e ora quell’altro sottanone (pure ingioiellato!) dichiara che si tratta di “attacchi calunniosi, di una campagna diffamatoria verso questo Papa e di chiacchiericcio.”
Di fronte a queste dichiarazioni non posso non bestemmiare il loro Dio! Quel Dio dovrebbe fulminarli!

Per rispetto verso i credenti (sono loro la Chiesa… mica i sottanoni!) devono essere costretti a prendere una posizione chiara e netta verso la pedofilia, un male che affligge la Chiesa da sempre… da quanto sappiamo. Devono condannarla senza se e senza ma.
Che si ripassino l’Inquisizione… che li arrostiscano… che facciano quello che gli pare ma non possono nascondere questi orrori.

Questo Papa ha anche bestemmiato: “Cristo è con la Chiesa. Certo, rimaniamo per natura uomini e donne, ma riceviamo la missione di 'angeli', messaggeri di Cristo: viene data a tutti nel Battesimo e nella Cresima. In modo speciale attraverso il sacramento dell'Ordine, la ricevono i sacerdoti, ministri di Cristo". !”
Ma è scemo… o che cosa? Tirare per la “giacca Cristo”…. Che lurido figlio di un dio minore!

Benedetto XVI… è un Papa che non piace. Non mi piace proprio ma vorrei capire perché ora e non prima si è scatenato questo attacco. Che cosa davvero si contesta a questo Pontificato? E’ “solo” questo… o c’è dell’altro?


Scusatemi, se potete, per lo sfogo… per il tono… ma non aspettatevi che io (capito A?) chieda scusa per il contenuto.
Cazziatemi se volete… non mancherò di rispondervi. Magari è la volta che litighiamo davvero.
O no?
avatar
Angela
Admin

Numero di messaggi : 801
Età : 32
Località : Benaco
Data d'iscrizione : 04.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Radius il Lun Apr 05, 2010 8:08 pm

Basterebbe, tanto per cominciare, togliere il celibato per i preti che non é nemmeno un obbligo previsto dal Vangelo, a quanto sembra, ma solo una delle pippe mentali della chiesa cattolica.
La pena per i pedofili é molto semplice : taglio (con operazione chirurgica) delle palle e trasformazione da pedofilo in eunuco. Gli eunuchi adulti, nell'antichità, erano piuttosto ricercati e quindi cari. Dal momento che c'è una parte del mondo che vive ancorato a ad usi e costumi risalenti all'epoca potrebbe essere addirittura un ottimo affare. Li comprerebbero per i loro harem.
avatar
Radius

Numero di messaggi : 61
Località : Bergamo
Data d'iscrizione : 15.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Angela il Lun Apr 05, 2010 10:46 pm


Nei primi mesi del 2008 Walter Veltroni presentò un disegno di legge del Pd per la lotta alla pedofilia. Inasprimento delle pene, la non prescrittibilità del reato ( la denuncia può arrivare anche quando i bambini sono già grandi) e poi l'obbligo di terapie. Nel corso di una conferenza stampa disse di essere d’accordo sulla castrazione chimica.
Beh… lo disse a modo suo… “Non c’è nessuna certezza che questo metodo funzioni, come ha spiegato il professor Garattini, uno dei massimi esperti di farmacologia in Italia. Ma se la scienza ci mettesse nelle condizioni di trovare un metodo efficace non vedo perchè non ricorrervi. Ma allo stato delle cose non abbiamo la certezza che la castrazione chimica sia efficace”.
Sempre in quel periodo anche Gianfranco Fini aveva affrontato la questione ma la stampa si stupì che a farlo fosse Veltroni… e raccolse subito le dichiarazioni di altri politici di sinistra. Ecco qua…

Rosy Bindi “Ritengo questa soluzione anticostituzionale e forse persino pericolosa'.
Ignazio Marino :'Walter Veltroni ha ragione: se funzionasse si potrebbe applicare, ma non ci sono sufficienti prove scientifiche sull’efficacia di tale terapia'.
Titti Di Salvo de La Sinistra-L’Arcobaleno : 'Veltroni dovrebbe sapere quanto è pericoloso alimentare le paure e gli istinti peggiori per tentare di raccogliere più voti: si finisce inevitabilmente per ritrovarsi in una società peggiore e per regalarli, i voti, alla destra'.
Angelo Bonelli dei Verdi: 'Veltroni smetta di inseguire Fini e la destra: non è accettabile l’introduzione della castrazione chimica come metodo di repressione della pedofilia, i cui effetti, peraltro, sono tutti da provare'.

Nel dibattito entrò anche Roberto Calderoli della Lega, visto che proprio lui ne parlò nel 2002 lanciando la castrazione chimica nell'arena politica italiana: “I politici sono veramente dei pagliacci: quando cinque anni fa proposi la castrazione chimica fui crocefisso e indicato come il più sadico dei sadici, mentre oggi non si trova più nessuno contrario di fronte a questa proposta. I casi sono due: o sono in anticipo io oppure sono ritardati gli altri”.

Lo stato di diritto non prevede queste pene “punitive”.
Veltroni ci aveva provato… o meglio… ne aveva solo “parlato”… gli è andata male.
Io sarei un pochino più drastica… un colpo di pistola alla nuca e cremazione del cadavere. Semplice, pulito e poco dispendioso. Ma… lo so… improponibile.
avatar
Angela
Admin

Numero di messaggi : 801
Età : 32
Località : Benaco
Data d'iscrizione : 04.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Radius il Lun Apr 05, 2010 11:38 pm

La castrazione chimica non serve. Dire "non siamo sicuri dell'efficacia" é il solito modo politically correct per dire "la castrazione chimica non serve a nulla". Infatti non toglie l'istinto del pedofilo. Quello rimane.
La pallottola alla nuca? No, troppo bello per il pedofilo. La trasformazione in eunuco, invece, lo obbliga a vivere una punizione lunga tutta una vita.
avatar
Radius

Numero di messaggi : 61
Località : Bergamo
Data d'iscrizione : 15.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Angela il Mar Apr 06, 2010 12:04 am

R...credo che quello dici sia assolutamente improponibile.

Figurati... nei paesi (e non sono molti) dove la castrazione chimica è legge... viene applicata con il consenso del criminale. Capisci l'assurdità? Chiedono il consenso a lui!
Non credo che un uomo (anche se qui stiamo parlando di bestie... non di uomini) accetterebbe mai un simile "trattamento". Sì... ripensandoci la tua soluzione è molto peggio della mia.

Comunque... tornando al tema... io trovo che quando a compiere questo orrore è un prete… un signore con l’abito che ti ricorda quella meravigliosa favola che è il Vangelo… la vita di quel Gesù che da circa duemila anni non si ancora stufato di nascere, morire e risorgere… insomma... questo crimine compiuto da un prete è ancora più grave.
Gesù… non può sostenere questi negazionisti che ricordano tanto i nazisti… possibile che per arrivare a Dio… a professare (si dice così?) la propria fede… si debba per forza passare da questi sottanoni?
avatar
Angela
Admin

Numero di messaggi : 801
Età : 32
Località : Benaco
Data d'iscrizione : 04.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Gregor il Mar Apr 06, 2010 8:55 am

Papa Benedetto XVI può piacere o non piacere, ma una cosa è certa, parte da una posizione fortemente svantaggiata, il ricordo di quello che fu il pontificato di PAPA Karol Woitila e ancora troppo vivo nei ricordi delle genti, credenti e non.
Detto questo, non vorrei spendere altre parole dietro questa figura di misero spessore.
I preti. Già mi si gira lo stomaco...
Chi sono i preti?? Uomini normalissimi (+/-) che vestono una tonaca per mettersi al servizio di Dio e a beneficio (?) del gregge. Molti di questi uomini decidono di vestire la tonaca per i motivi più svariati, pochini quelli che lo fanno per autentica vocazione, gli altri per vigliaccheria, per puro tornaconto o per nascondersi e mimetizzarsi, specie pederasti e pedofili. Tra tutti quelli elencati, i più schifosi sono proprio i pedofili, quelli che approfittano della loro posizione per poter soddisfare i propri malsani istinti sui bambini, cioè sui più deboli e vulnerabili.
La punizione per loro? E naturalmente preti o non preti non fa la differenza. Beh!! Parlo per me naturalmente, prima di consegnarli al giudizio divino, sarei per un’ampia e dettagliata anteprima dell’inferno già qui in terra.


Gregor

Numero di messaggi : 1081
Età : 67
Località : Un angolo di Paradiso... Il Mio...
Data d'iscrizione : 31.08.08

Foglio di personaggio
Gioco di Ruolo:

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Angela il Mar Apr 06, 2010 11:00 am

La RU486… farmaco per l'aborto. Ne ho discusso con un cervello "un gran bel cervello"…

La questione è controversa… ma di fatto abbiamo già la Legge 194 che prevede la possibilità di abortire entro il terzo mese… prima della formazione del sistema nervoso, senza il quale, un essere non è considerato un individuo senziente.

Mi chiedo… ci serve davvero questa pasticca? Siamo davvero ancora così… indietro? C'è davvero tutta questa necessità di abortire?
Se qualcuno avanza dei dubbi ecco che si alza la voce dello stato (sempre volutamente minuscolo) laico… e soprattutto di quelli che nella legge sull’aborto hanno speso (giustamente) parole e convinzioni.

Su " Il Giornale" è stato raccontato come funziona…volevo parlarne dalla Concita ma mi avrebbero fatto a pezzi.
Qualcuno ne ha fatto anche una questione di prolificità tra italiani e stranieri…mah! Potrebbe anche essere ma non possiamo considerare le italiane macchine per la riproduzione… magari contro la loro stessa volontà.
In Toscana, dove la RU486 è già usata dal 2005, c’è la possibilità di scegliere il day hospital dopo la somministrazione della pillola. Infatti la regione ha delle linee guida che prevedono la permanenza della donna in ospedale ma che non dettano un obbligo vero e proprio. Insomma la responsabilità cade sempre e solo sulle donne.

Dalla Concita qualcuno ha scritto "chi è contro l'aborto non ama le donne". Chi lo ha scritto probabilmente voleva solo ricordare che in passato l'aborto era eseguito da "macellai" con dolori lancinanti e rischi enormi… era peggio che partorire… molte donne morivano.

Silvana De Mari afferma che "la donna nella sua squisita stronzaggine si è lasciata convincere che quella è la sua volontà ma per me l'aborto è un’autoaggressione. L’aborto è sempre un’aggressione alla donna ed è sempre seguito da un crollo, depressione tristezza, malattia psicosomatica, perché i rapporti tra madre e feto, ormonali neurologici, immunitari, sono enormi."

Io credo che l'aborto sia un diritto ma la questione della "vita" è ben più complessa. E' legata alla libertà di scelta… valore per il quale è giusto combattere. E allora? Qual è la scelta giusta?
Quello che non mi piace è che in tutto questo ci si dimentica del feto umano. Di quello non frega un piffero a nessuno… ma se fosse un feto di panda o di qualche altra specie in pericolo di estinzione… si mobiliterebbero a migliaia. Vero? Perché l'umanità è così imbecille?

Scrive ancora Silvana De Mari:
"Il feto umano non è una persona, ma un ammasso di cellule… ma a 5 mesi è un ammasso di cellule che riconosce la voce di mamma e dall’età di 8 settimane ha abbastanza tessuto nervoso centrale da provare dolore, un dolore che si manifesta con una smorfia, una specie di urlo muto, quando lo espiantano.
Ci siamo lasciate convincere che c’erano cose più importanti? La nostra libertà? La libertà è un’assunzione di responsabilità, non il fatto che tutti facciano quello di cui hanno voglia mentre ne hanno voglia.
L’aborto è uno schifo, e in un paese libero deve essere permesso, ma deve essere permesso anche di dichiarare che è uno schifo. E deve essere chirurgico, fatto in una sala operatoria sterile, in presenza di un ginecologo e di un anestesista. Perché la orrida pillola abortiva è un vantaggio solo per il sistema, visto che diminuisce i costi e risolve il problema delle obiezioni, che sono autentiche, non crediate, perché l’aborto è una trauma anche per i medici. L'orrida pillola abortiva non è un vantaggio per le donne. Può causare shock settico da Gram negativi, irreversibile e sempre mortale, fa un male porco, trasforma il corpo della donna in una bara ambulante dove il feto, ormai condannato, agonizza una decina di giorni prima di morire, giorni in cui non si può cambiare idea. In compenso molto spesso non c'è l'espulsione, che va provocata farmacologicamente e chirurgicamente, e si torna alla sala operatoria, ma dopo dieci giorni di strazio.
E' un’ulteriore profanazione, un’ulteriore banalizzazione del dolore .Perché è una banalizzazione della morte. Perché nell’aborto chirurgico il feto che ha già un sistema nervoso centrale muore in un minuto, non in dieci giorni e sarà un ammasso di cellule come scrivono i moralmente superiori, ma è un ammasso di cellule che se lasciato lì prima o poi sarebbe un bambino e direbbe mamma, e almeno questo, una morte veloce, glielo dobbiamo.
Perché le donne devono chiedere e pretendere il diritto di non abortire, il diritto di scegliere loro la madre tra le cui braccia mettere il bimbo per cui non si sentono pronte?
Nessuna femminista nostrana ha chiesto e preteso questo diritto elementare? Che la volontà della madre conti? Nessuno chiede che il tutto non sia affidato allo strapotere di giudici e assistenti sociali, dove il parere di mamma non conta nulla, meno di zero e dove è abbligatorio che il bimbo passi almeno quache giorno in istituto. L’unica libertà per cui ci si batte è quella di dare la morte? Sempre, ovunque e per qualsiasi idiozia?"


Queste letture mi hanno fatto riflettere… le nostre madri ci hanno messo al mondo… siamo vivi. Siamo dei sopravvissuti, non trovate?
Molte di loro non hanno fatto questa scelta con convinzione… magari alcune sono rimaste un “tantino” (a volte un “moltino”, eh eh!!) perplesse quando hanno scoperto di essere incinte… avranno pensato "che sfiga!" ma per varie ragioni non hanno abortito… ci hanno tenuto… ecco… forse solo questo alla fine conta. Per la “nostra serenità” è meglio pensare che poi… quando noi siamo arrivati… ma sì, in fondo sono state contente.
Queste madri… così imperfette… insopportabili… a volte anche stronze (in fondo… sono femmine, no?) hanno fatto una scelta… che alla fine le ha rese speciali… migliori di altri… di molti altri.
avatar
Angela
Admin

Numero di messaggi : 801
Età : 32
Località : Benaco
Data d'iscrizione : 04.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Angela il Gio Apr 08, 2010 1:08 am

Ancora sui preti pedofili...

Stasera ho capito che la gente a volte fa un po' confusione... ma io credo che di fondo ci sia soprattutto una certa malignità... quella vera... quello che Doc chiama il cancro dell'anima.

E' l'argomento della settimana... e anche certe oche succhiaparticole (avrei un suggerimento ma devo stare buona...) devono (anche se non gliel'ha chiesto nessuno) dire la loro... parlandone come se si trattasse di scegliere gli antipasti... Vi giuro... avrei voluto registrare le idiozie che ho sentito stasera.

Sono una persona paziente (non potete negarlo) e quindi con il mio tono pacato ho cercato di spiegare che pederasta e pedofilo sono due cose ben distinte. (Una di loro ce l'aveva con gli omosessuali... "colpa dei pederasti" ha detto... 'sta scema!)

Un pederasta ha rapporti sessuali con soggetti consenzienti e consapevoli. Non è un abuso… può essere la conseguenza di un innamoramento o anche solo sesso e basta.… di gusto discutibile per alcuni… ma non si tratta di pedofilia.

Un pedofilo è prima di tutto un individuo (anche se sarebbe più corretto chiamarlo bestia) che, spinto da innaturali pulsioni, commette una violenza. Questi bastardi rivolgono attenzioni (eufemismo) a dei bambini che non possono essere consenzienti e ancor meno consapevoli vista l'età.

Si sta parlando di un reato contro la persona... reso ancora più grave dal fatto che le vittime sono minorenni... sono bambini.

Questa "pratica" in uso purtroppo fin dall'antichità non è mai diminuita… fin da prima del Cristianesimo le violenze ai bambini sono rimaste uguali ma con il Cristianesimo qualcosa cambia… questi fdp oltre a fare queste cose... si nascondono.. si nascondono nella vergogna del sesso… perchè per loro, ufficialmente (ipocriti!) tutto quello che ha a che fare con il sesso è considerato sporco... è peccato.

Imbecilli! La pedofilia, lo stupro di un bambino non è sesso... è un reato!

E commesso da loro diventa qualcosa di ancora più orrendo... sì, perchè questi bastardi fanno in modo che le vittime vengano violentate due volte: prima dallo stupratore e poi dal cattolicesimo (assolutamente minuscolo) che inculca alla vittima, tanto per non fargli mancare nulla… anche una massiccia dose di quel merdaviglioso senso di colpa... magari corrompendo la famiglia. I soldini per queste cose li trovano, eh?

Non una parola di dispiacere per le vittime… solo la preoccupazione per lo scandalo. Trasferiscono i preti pedofili e si preoccupano solo che non se ne parli. Questo Papa (e non solo lui... la lista è lunga!) ha fatto questo quando era ancora vescovo e si permette di dire che lui pensa al bene dei bambini… no, lui pensa solo al bene della sua casta di appartenenza e salvarsi il cu*o... che ormai visto che è vecchio e raggrinzito non lo vuole più nessuno!

Questo sottanone pluri-ingioiellato vorrebbe raccontarci la favola che la chiesa protegge i bambini! Ma ci prende per scemi?

Ora, a Dio piacendo... i preti non sono tutti pedofili... ma una presa di posizione seria, chiara e netta la devono dare. Subito. Non si può più tollerare questa ipocrisia... non possiamo tollerarla da uomini (???) che si vogliono far chiamare "padre". (Mi vien da vomitare!)

Una domanda: è più colpevole il pedofilo che ha materialmente (mi sto facendo del male) compiuto il reato o chi lo protegge, lo nasconde e paga fior di quattrini per far tacere le vittime e le loro famiglie?

Sono furiosa... stasera una donna mi ha detto che devo avere rispetto della chiesa che io non sono nessuno per giudicare 2000 anni di cristianesimo. Mi ha detto che lo devo fare per rispetto ai migliaia di sacerdoti missionari (quando li pungoli sul vivo ti parlano sempre di questi eroi!) che rischiano anche la vita per portare nel mondo non solo la parola di Cristo ma anche e soprattutto aiuto per la sopravvivenza.

Le ho chiuso la bocca... fidatevi... quella stanotte non dorme tranquilla. Se occorre, anche con gli orrori bisogna aprire occhi e orecchie a questi succhiaparticole... davvero. Non se ne può più.
avatar
Angela
Admin

Numero di messaggi : 801
Età : 32
Località : Benaco
Data d'iscrizione : 04.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Gimand il Sab Apr 10, 2010 6:34 pm

Angela ha scritto:Ancora sui preti pedofili...

...Questa "pratica" in uso purtroppo fin dall'antichità non è mai diminuita… fin da prima del Cristianesimo le violenze ai bambini sono rimaste uguali ma con il Cristianesimo qualcosa cambia… questi fdp oltre a fare queste cose... si nascondono.. si nascondono nella vergogna del sesso… perchè per loro, ufficialmente (ipocriti!) tutto quello che ha a che fare con il sesso è considerato sporco... è peccato.

Imbecilli! La pedofilia, lo stupro di un bambino non è sesso... è un reato!

E commesso da loro diventa qualcosa di ancora più orrendo... sì, perchè questi bastardi fanno in modo che le vittime vengano violentate due volte: prima dallo stupratore e poi dal cattolicesimo (assolutamente minuscolo) che inculca alla vittima, tanto per non fargli mancare nulla… anche una massiccia dose di quel merdaviglioso senso di colpa... magari corrompendo la famiglia. I soldini per queste cose li trovano, eh?

Non una parola di dispiacere per le vittime… solo la preoccupazione per lo scandalo. Trasferiscono i preti pedofili e si preoccupano solo che non se ne parli. Questo Papa (e non solo lui... la lista è lunga!) ha fatto questo quando era ancora vescovo e si permette di dire che lui pensa al bene dei bambini… no, lui pensa solo al bene della sua casta di appartenenza e salvarsi il cu*o... che ormai visto che è vecchio e raggrinzito non lo vuole più nessuno!

Questo sottanone pluri-ingioiellato vorrebbe raccontarci la favola che la chiesa protegge i bambini! Ma ci prende per scemi?

Ora, a Dio piacendo... i preti non sono tutti pedofili... ma una presa di posizione seria, chiara e netta la devono dare. Subito. Non si può più tollerare questa ipocrisia... non possiamo tollerarla da uomini (???) che si vogliono far chiamare "padre". (Mi vien da vomitare!)

Una domanda: è più colpevole il pedofilo che ha materialmente (mi sto facendo del male) compiuto il reato o chi lo protegge, lo nasconde e paga fior di quattrini per far tacere le vittime e le loro famiglie?

Sono furiosa... stasera una donna mi ha detto che devo avere rispetto della chiesa che io non sono nessuno per giudicare 2000 anni di cristianesimo. Mi ha detto che lo devo fare per rispetto ai migliaia di sacerdoti missionari (quando li pungoli sul vivo ti parlano sempre di questi eroi!) che rischiano anche la vita per portare nel mondo non solo la parola di Cristo ma anche e soprattutto aiuto per la sopravvivenza.

Le ho chiuso la bocca... fidatevi... quella stanotte non dorme tranquilla. Se occorre, anche con gli orrori bisogna aprire occhi e orecchie a questi succhiaparticole... davvero. Non se ne può più.


Cara Angela,
Il “sottanone pluriingioiellato” voleva e vuole soltanto vederci chiaro. Fin dal 2001, quando venne a galla questa storia dei preti pedofili, fu l’unico alto prelato che, a costo di lavare in piazza i panni sporchi, cercò di reprimere questi soprusi, persino andando a parlare con i parenti delle vittime. Ma anche volle vederci chiaro su quanto ci fosse di vero e quanto di maldicenza. Gli stupri in generale e gli stupri sui bambini in particolare sono una cosa immonda, ma la calunnia e la maldicenza, se mi permetti, sono ancora più immonde. Infatti, da un’accusa di stupri su dei bambini è anche difficile - ed in molti casi, impossibile – difendersi.
In un’intervista al “Giornale” un PM che si occupa di pedofilia pretesca ha testualmente dichiarato che molti pedofili hanno preso i Voti solo per avere l’occasione di metter le mani addosso ai bambini. E questa è una calunnia bella e buona, calunnia che detta da un giudice diventa ancora più immonda.
Nel 2001, in America, quando venne a galla lo scandalo, gli istituti religiosi, invece di porre rimedio (ma come?) a violenze o presunte violenze, pagarono (circa 600 milioni di dollari), distruggendo le basi economiche della Chiesa Cattolica americana. Certo, la Chiesa non è una banca, ma neppure vive d’aria: ora chi li mantiene gli orfani, le scuole, e gli enti caritativi americani (e non soltanto americani)? Li mantiene il direttore del “New York Times”?
Decidendo a cuor leggero di pagare in moneta sonante, il Primate della chiesa cattolica americana ha soltanto stuzzicato l’appetito degli studi di avvocati specializzati in cause miliardarie contro enti od istituzioni colpevoli di negligenze od abusi di tutti i generi e che hanno visto un’occasione d’oro (è proprio il caso di dirlo) per far promuovere cause di pedofilia a gogò, persino per fatti avvenuti cinquant’anni fa, creando una psicosi, un’atmosfera da “caccia alle streghe”, nella quale si potrebbe anche intravvedere (e io ce l’intravvedo) un obiettivo: usare la pedofilia per colpire la Chiesa.
Stiamo attenti: Vent’anni fa, con “Tangentopoli”, cioè con accuse pilotate e soprattutto generalizzate di corruzione, si tentò un golpe con il “manipulitismo”. Oggi, con la pedofilia (faccenda, ne converrai, molto più grave), si vuol fare la stessa cosa, una sorta di “pogrom” anticattolico del quale, per ora, se ne intravvedono soltanto confusamente gli obiettivi finali. E non sono i soldi, cara Angela, è qualcosa di molto più importante: l’attacco al Vaticano - ha scritto Giuliano Ferrara – nasce dal nichilismo contemporaneo. Nemico di tutti gli aspetti sacri della vita. Dan Segre, l'amico ebreo di cui aveva parlato nella discussa omelia padre Cantalamessa, ha scritto che "...una segreta solidarietà collega il Vaticano aggredito e l'Israele assediato. Ed è la solidarietà di due luoghi simbolici in cui si coltiva eroicamente [sì, eroicamente] la pretesa di dimostrare agli altri l'incapacità di vivere secondo i valori e gli scopi che proclamano. Essere virtuosi, forti, duraturi e tuttavia prosternarsi eucaristicamente o inchinarsi nella sinagoga o nella chiesa: due scandali insopportabili per il secolo, quando il secolo diventa ideologia secolarista e dispoticamente reclama per sé tutto il proscenio della vita e della storia."
La pedofilia resterà anche dopo questo “repulisti”, così come la corruzione e le mazzette sono rimaste anche dopo “Mani pulite”, soltanto che, come con “Mani pulite”, ci saranno persone “autorizzate” a praticare gli stupri e la pedofilia e persone “non autorizzate” a farlo. Quelli che NON saranno “autorizzati” saremo tutti noi, che, ci puoi scommettere, potremmo essere tutti quanti accusati di pedofilia e, come al solito, non saremo in grado di difenderci.
avatar
Gimand

Numero di messaggi : 281
Età : 67
Località : Domus Oscellae, oppure, se preferite: Domodossola (VB)
Data d'iscrizione : 20.01.09

Foglio di personaggio
Gioco di Ruolo:

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Angela il Dom Apr 11, 2010 12:42 pm

Gimand… no.
Non si può paragonare lo stupro di un bambino alla calunnia o alla maldicenza.
Quello che si chiede è solo chiarezza… che a quanto pare non è nelle corde dei sottanoni.
Il loro “porre rimedio” dovrebbe essere per prima cosa la giustizia. E invece cercano di nascondere tutto… non va bene.
Qualcuno sta usando la pedofilia per colpire la chiesa? (Lo scrivo minuscolo… sono stanca di questi qui)
A me non interessa. Non posso riconoscermi in gente che cerca di nascondere la verità. Ma come fanno a non capire che con questo atteggiamento allontanano ancora di più le persone dalla fede? Le chiese sono sempre più vuote.
E’ un attacco al Vaticano? Si difendano dagli attacchi (lo sanno fare) e riconoscano gli errori.
Ma a fare questo non dev’essere un cardinale qualunque… deve essere Ratzinger. Lo deve fare in prima persona. Non occorre che “incontri le vittime”… (Dio! Che stupidaggine!) non occorre mettere mano al portafogli… occorre che facciano quello che un normale credente fa quando, dopo aver commesso un peccato si inginocchia nel confessionale e si confida con una voce… si libera la coscienza.
Gimand, ci sono persone che non sono nemmeno tanto “praticanti” (tu sai di Ki parlo) che lo hanno fatto solo per cercare una parola di conforto. E funziona… anche per chi non crede.
Sai, anche se lo chiamo “sottanone pluriingioiellato” (sono ancora arrabbiata) sarei disposta a perdonarlo... e sono certa lo farebbero tutti. Diventerebbe inattaccabile. Perché non lo fa?
Le persone ora più che mai hanno bisogno di una guida spirituale ma non possiamo viaggiare con le fette di prosciutto negli occhi e nelle orecchie come la signora con la quale ho avuto quel diverbio. Riconosco alla chiesa il suo ruolo ed è proprio per questo che dalla stessa mi aspetto un comportamento corretto.
Sono uomini… e come uomini possono sbagliare. Possono anche “cedere” a quelle “innaturali pulsioni”… ma una volta “scoperti” devono essere allontanati senza se e senza ma. Devono essere trattati e puniti nello stesso modo in cui sono trattati e puniti (quando li beccano) i pedofili non preti.
Non vedo comunque alcun “repulisti” in atto… vedo solo una chiesa in difficoltà.
Non so come finirà… probabilmente in una “bolla di sapone” come appunto “Mani pulite” ma, se permetti, io non voglio pensare che sarà sempre e solo orrore la produzione primaria di questo mondo… perché, diversamente, dovrei ricominciare a cercarmi quell’albero… e non solo io.
Siamo tanti, Gimand. Troppi. Gli alberi non bastano per tutti.
avatar
Angela
Admin

Numero di messaggi : 801
Età : 32
Località : Benaco
Data d'iscrizione : 04.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Gimand il Dom Apr 11, 2010 2:00 pm

Angela ha scritto:Gimand… no.
Non si può paragonare lo stupro di un bambino alla calunnia o alla maldicenza.
Quello che si chiede è solo chiarezza… che a quanto pare non è nelle corde dei sottanoni.
Il loro “porre rimedio” dovrebbe essere per prima cosa la giustizia. E invece cercano di nascondere tutto… non va bene.
Qualcuno sta usando la pedofilia per colpire la chiesa? (Lo scrivo minuscolo… sono stanca di questi qui)
A me non interessa. Non posso riconoscermi in gente che cerca di nascondere la verità. Ma come fanno a non capire che con questo atteggiamento allontanano ancora di più le persone dalla fede? Le chiese sono sempre più vuote.
E’ un attacco al Vaticano? Si difendano dagli attacchi (lo sanno fare) e riconoscano gli errori.
Ma a fare questo non dev’essere un cardinale qualunque… deve essere Ratzinger. Lo deve fare in prima persona. Non occorre che “incontri le vittime”… (Dio! Che stupidaggine!) non occorre mettere mano al portafogli… occorre che facciano quello che un normale credente fa quando, dopo aver commesso un peccato si inginocchia nel confessionale e si confida con una voce… si libera la coscienza.
Gimand, ci sono persone che non sono nemmeno tanto “praticanti” (tu sai di Ki parlo) che lo hanno fatto solo per cercare una parola di conforto. E funziona… anche per chi non crede.
Sai, anche se lo chiamo “sottanone pluriingioiellato” (sono ancora arrabbiata) sarei disposta a perdonarlo... e sono certa lo farebbero tutti. Diventerebbe inattaccabile. Perché non lo fa?
Le persone ora più che mai hanno bisogno di una guida spirituale ma non possiamo viaggiare con le fette di prosciutto negli occhi e nelle orecchie come la signora con la quale ho avuto quel diverbio. Riconosco alla chiesa il suo ruolo ed è proprio per questo che dalla stessa mi aspetto un comportamento corretto.
Sono uomini… e come uomini possono sbagliare. Possono anche “cedere” a quelle “innaturali pulsioni”… ma una volta “scoperti” devono essere allontanati senza se e senza ma. Devono essere trattati e puniti nello stesso modo in cui sono trattati e puniti (quando li beccano) i pedofili non preti.
Non vedo comunque alcun “repulisti” in atto… vedo solo una chiesa in difficoltà.
Non so come finirà… probabilmente in una “bolla di sapone” come appunto “Mani pulite” ma, se permetti, io non voglio pensare che sarà sempre e solo orrore la produzione primaria di questo mondo… perché, diversamente, dovrei ricominciare a cercarmi quell’albero… e non solo io.
Siamo tanti, Gimand. Troppi. Gli alberi non bastano per tutti.


No, non finirà in una "bolla di sapone", così come non è finita in una bolla di sapone "Mani pulite". E qui la faccenda è molto più grave. Non solo per il fatto in sé (che già è abominevole) ma anche e soprattutto per il tentativo vero o presunto di alcuni prelati di mettere a tacere le cose.
La faccenda è, come avevo scritto in precedenza, nata in America ed in America si vuole risolvere tutto (o si crede di risolvere tutto) in moneta sonante, di "perdoni" chiesti o dati non gliene frega niente a nessuno.
Hai tanti soldi? Dài tanti soldi. Hai pochi soldi? Segno che vali poco, quindi è giusto che tu sia punito. Del perdono non sanno che farsene.
E quando sei accusato di un crimine come la pedofilia...Prova a difenderti se ci riesci (c'è chi si è suicidato, e non soltanto preti).
Brutta cosa la maldicenza e la calunnia (bada bene, non sto dicendo che sono tutte calunnie). Ne vuoi un esempio clamoroso? Storico?
Ecco come nella Storia antica vengono presentati i primi Cristiani, quello che segue è il primo documento storico che parla di loro, si tratta del famoso incendio di Roma del 64 d.c., autore Cornelio Tacito (Annales, XV, 45). Ripeto: questo è il primo documento storico conosciuto in cui si parla di loro:

...Ma né i soccorsi umani, né le elargizioni del principe o le cerimonie espiatorie valsero a togliere credito all'infamante opinione che l'incendio fosse stato comandato [da Nerone]. Allora Nerone, per sfatare tale diceria, presentò come colpevoli e sottopose alle più raffinate torture coloro che si erano resi odiosi per le loro nefandezze ed erano chiamati Cristiani dal volgo. Il loro nome derivava da Cristo, che, sotto l'imperatore Tiberio, era stato messo a morte per ordine del procuratore Ponzio Pilato, e quella perniciosa superstizione, momentaneamente repressa, prorompeva ora di nuovo e non solo in Giudea, luogo di origine di quel male, ma anche in Roma dove affluiscono e si diffondono tutte le atrocità e le vergogne di ogni parte del mondo. In un primo momento furono arrestati coloro che confessavano la loro fede, poi, su loro denuncia, moltissimi altri furono giudicati colpevoli non tanto del delitto di incendio quanto di odio per il genere umano. E alla loro morte si accompagnò anche il dileggio: furono coperti di pelli ferine e fatti sbranare dai cani oppure vennero crocifissi o arsi vivi, perché come torce servissero da illuminazione notturna, dopo il tramonto del sole. Nerone aveva offerto i suoi giardini per un simile spettacolo, mentre dava giochi nel circo e, vestito da auriga, si mescolava alla plebaglia o partecipava alle corse ritto su un cocchio. Perciò essi, benché si fossero macchiati di colpe e meritassero le pene mai viste loro inflitte, suscitavano compassione perché venivano sacrificati non in vista del bene comune, ma per soddisfare la crudeltà di uno solo.


Capito? Tacito fu uno spietato accusatore di Nerone e degli imperatori che l'avevano preceduto (e di quelli successivi), però, in sostanza, scrive: "Nerone sarà stato anche un mascalzone, ma questi Cristiani se la sono proprio andata a cercare". Qui non c'entra la pedofilia (che era comunque largamente praticata già da allora nella società Romana), qui c'entra la concreta volontà di sbarazzarsi di una minoranza di rompiscatole, poco incline a farsi assoggettare dagli orpelli del potere, e per farlo in modo più acconcio, la si accusa di una nefandezza: l'incendio e la distruzione di Roma.
avatar
Gimand

Numero di messaggi : 281
Età : 67
Località : Domus Oscellae, oppure, se preferite: Domodossola (VB)
Data d'iscrizione : 20.01.09

Foglio di personaggio
Gioco di Ruolo:

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Angela il Dom Apr 11, 2010 11:31 pm

Gimand… vuoi forse dire che qualcuno cerca di sbarazzarsi della chiesa cattolica? (Come vedi insisto con il minuscolo) E che dietro tutto questo potrebbe esserci un disegno politico sociale?
Di chi? Degli islamici? O comunque chi vede nel cattolicesimo e nell’ebraismo un nemico?

Per carità… tutto può essere, ma vivaddio i cristiani o comunque chi si riconosce in certi valori e/o tradizioni non sono affatto una minoranza.

Un apposito ufficio di statistica della chiesa, guidato da un monsignore bresciano, Vittorio Formenti (esperto di numeri, statistiche, percentuali) che è a capo di uno staff di sei persone, esegue un periodico computo dei cristiani... e non solo. Quando nel 2009, ha presentato questo studio, ha spiegato:
«L’esame dei numeri non ci consente di formulare un giudizio sulla tenuta della fede
La Chiesa non sembra perdere posizioni ma c’è stato il sorpasso dei musulmani sui cattolici. Un miliardo e 165 milioni (stime fine 2008) di cattolici e 1 miliardo e 280 milioni di musulmani. Noi però contiamo i battezzati; le nostra cifre sono scientificamente testate. Inviamo ogni anno novemila questionari a tutte le circoscrizioni ecclesiastiche e alle congregazioni. La raccolta dati è capillare. Le parrocchie forniscono l’elenco dei battezzati, prime comunioni, cresime, matrimoni e funerali. Arriva il 97% delle risposte. Sono dati così verificati che li inviamo all’ONU, attraverso il nostro osservatore permanente, il vescovo Celestino Migliore. I musulmani fanno una stima. Chi nasce in un Paese musulmano è considerato musulmano. Non esiste una anagrafe dell’appartenenza religiosa. Ma tenga conto che i cristiani, in tutte le loro sfaccettature, sono un terzo dell’umanità. Oltre due miliardi. E non è poco»
.


Sono dati riferiti al 2008 e il confronto con i numeri degli musulmani è un po’ complicato ma sempre a sfavore dei cattolici. Quel dato (1 miliardo e 280 milioni) si rifertisce al 2007.

Sono di più… certo. E considerato che questi prolificano molto più di noi, c’è di che preoccuparsi ma direi che (per ora almeno) piano piano… la nostra gente si sta “risvegliando”. Cercano di invaderci… ma vivaddio c’è chi si oppone e tiene vivo l’interesse e soprattutto l’allarme. Non riusciranno mai a trasformare il nostro continente in Eurabia. Non possiamo permetterglielo.

Gimand… mi sa che sono andata fuori tema, vero?

Attendo fiduciosa il cazziatone, eh eh!!

Smile What a Face
avatar
Angela
Admin

Numero di messaggi : 801
Età : 32
Località : Benaco
Data d'iscrizione : 04.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Radius il Dom Apr 11, 2010 11:56 pm

Per quale motivo dovrebbe esserci un disegno contro la chiesa cattolica dietro alla rivelazione di episodi di pedofilia nell'ambito ecclesiastico?
Ma perché ogni volta che qualcosa scuote qualche istituzione si deve gridare al complotto? Perché invece non ci si chiede come mai esistano i pedofili e come mai tra questi ci siano anche dei preti? Meno male, invece, che sia venuto alla luce tutto questo. E' un'ottima occasione per la chiesa cattolica di dimostrare come ci si debba comportare in questi casi: ammettere di aver sbagliato a tenere nascosto gli episodi anche dietro pagamento di denaro alle vittime, ammettere che c'è qualcosa che non funziona nell'ambito della castità richiesta ai preti cattolici.
Preti, vescovi e cardinali dovrebbero seriamente chiedersi come mai sempre meno gente frequenta le chiese ma ho l'impressione che, come tutti i seguaci delle "religioni", siano portati a pensare che sono gli altri a non capire mentre loro sono nel giusto. Una storia che ormai non regge più.
avatar
Radius

Numero di messaggi : 61
Località : Bergamo
Data d'iscrizione : 15.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Gimand il Lun Apr 12, 2010 1:40 pm

Radius ha scritto:Per quale motivo dovrebbe esserci un disegno contro la chiesa cattolica dietro alla rivelazione di episodi di pedofilia nell'ambito ecclesiastico?
Ma perché ogni volta che qualcosa scuote qualche istituzione si deve gridare al complotto? Perché invece non ci si chiede come mai esistano i pedofili e come mai tra questi ci siano anche dei preti? Meno male, invece, che sia venuto alla luce tutto questo. E' un'ottima occasione per la chiesa cattolica di dimostrare come ci si debba comportare in questi casi: ammettere di aver sbagliato a tenere nascosto gli episodi anche dietro pagamento di denaro alle vittime, ammettere che c'è qualcosa che non funziona nell'ambito della castità richiesta ai preti cattolici.
Preti, vescovi e cardinali dovrebbero seriamente chiedersi come mai sempre meno gente frequenta le chiese ma ho l'impressione che, come tutti i seguaci delle "religioni", siano portati a pensare che sono gli altri a non capire mentre loro sono nel giusto. Una storia che ormai non regge più.


Io non ho mai parlato di complotto, semmai ho paragonato questa vicenda a quella di Tangentopoli.
Le analogie? Con Tangentopoli i ladri c'erano, eccome se c'erano! Solo che non erano solo democristiani e socialisti.
Con la vicenda attuale? I preti pedofili ci sono, eccome se ci sono! Ma sono soltanto preti cattolici?
Per ora vedo soltanto che si vuol far passare per buona l'equazione: "Chiesa Cattolica = Covo di pedofili e pervertiti con in testa il loro Papa" e vedrai che dando tempo al tempo questa equazione diventerà un dogma.
Che c'entra la castità (e il celibato) imposti ai preti con una perversione sessuale vecchia come il mondo?
avatar
Gimand

Numero di messaggi : 281
Età : 67
Località : Domus Oscellae, oppure, se preferite: Domodossola (VB)
Data d'iscrizione : 20.01.09

Foglio di personaggio
Gioco di Ruolo:

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Gimand il Lun Apr 12, 2010 8:35 pm

Angela ha scritto:Gimand… vuoi forse dire che qualcuno cerca di sbarazzarsi della chiesa cattolica? (Come vedi insisto con il minuscolo) E che dietro tutto questo potrebbe esserci un disegno politico sociale?
Di chi? Degli islamici? O comunque chi vede nel cattolicesimo e nell’ebraismo un nemico?

Per carità… tutto può essere, ma vivaddio i cristiani o comunque chi si riconosce in certi valori e/o tradizioni non sono affatto una minoranza..................

Smile What a Face

No, non sono più una minoranza, e già da qualche millennio. Quello che si vuole ora è ridurre la Chiesa cattolica ad un'innocua (e sottolineo: innocua) congrega di seguaci di precettini morali e moraleggianti, ad una setta folkloristica buona per mandare in sollucchero qualche turista che va a Piazza San Pietro a fotografare il Papa, insieme al Colosseo ed al Foro Romano, e niente di più.
Oppure ridurre il Papa e tutta la gerarchia ecclesiastica a cappellani, che dicano sempre e comunque quello che piace al potente di turno (è già successo in passato).
Cioè ridurre il cristianesimo ad un orpello per tener buoni i popoli sottosviluppati, mentre, quelli "sviluppati" possono anche fare tutti i propri porcicomodi, tanto del Cristianesimo ne possono anche fare a meno (almeno, così si illudono).
E per far questo sono pronti a tutto: anche a farsi foraggiare dagli sceicchi, anche ad allearsi con il terrorismo o con qualsiasi tiranno (anche questo è già successo in passato).
avatar
Gimand

Numero di messaggi : 281
Età : 67
Località : Domus Oscellae, oppure, se preferite: Domodossola (VB)
Data d'iscrizione : 20.01.09

Foglio di personaggio
Gioco di Ruolo:

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Radius il Mer Apr 14, 2010 2:49 pm

Gimand scrive

Io non ho mai parlato di complotto, semmai ho paragonato questa vicenda a quella di Tangentopoli.
Le analogie? Con Tangentopoli i ladri c'erano, eccome se c'erano! Solo che non erano solo democristiani e socialisti.
Con la vicenda attuale? I preti pedofili ci sono, eccome se ci sono! Ma sono soltanto preti cattolici?
Per ora vedo soltanto che si vuol far passare per buona l'equazione: "Chiesa Cattolica = Covo di pedofili e pervertiti con in testa il loro Papa" e vedrai che dando tempo al tempo questa equazione diventerà un dogma.
Che c'entra la castità (e il celibato) imposti ai preti con una perversione sessuale vecchia come il mondo?
[/quote]

Ok, non chiamiamolo complotto ma disegno mirato a colpire la chiesa cattolica. Che differenza fa?
Non credo ci sia nessun disegno di questo tipo. Semplicemente si é scoperto che anche alcuni preti sono pedofili. Se già fa schifo all'inverosimile (io auspico il taglio come pena) il pedofilo, un prete pedofilo lo fa ancora di più considerando la sua funzione. Inoltre trovo assolutamente stupido ed inacettabile che la chiesa abbia tenuto il silenzio su questi episodi. La notizia della decisione di sottoporre i preti pedofili ai tribunali civili e non ecclesiastici é dell'altro ieri. Ci hanno messo fin troppo tempo a prendere questa decisione.
Sulla castità : la trovo una stupidata enorme. Non volevo legarla alla pedofilia, era solo un'associazione d'idee. In effetti non c'entra nulla, ne sono convinto.
avatar
Radius

Numero di messaggi : 61
Località : Bergamo
Data d'iscrizione : 15.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Jurka il Mer Apr 14, 2010 11:05 pm

Premesso che vedo il clero, soprattutto le alte sfere, peggio del fumo negli occhi, e che la pedofilia non è assolutamente giustificabile, vorrei fare comunque un attimo di riflessione.
Che i preti abusassero dei ragazzini si sapeva sotto sotto da sempre, e Ratzinger ha il solo torto di essere stato il primo Papa ad ammetterlo pubblicamente , dopodichè , grazie ai media, è scattato a livello internazionale l'effetto branco.
Però pensiamo ad un'altra cosa: ve le ricordate le famiglie della generazione dei nostri genitori e dei nostri nonni soprattutto nelle campagne e nelle valli? Miseria e caterve di figli, e sti bimbi, purchè avessero da mangiare e un tetto al cxaldo dove finivano? In seminario , quello di Trento per esempio, era detto "I polentoni" oppure "la fabbrica dei preti" , probebilmente abusati anche loro dai "reverendi". E che tipo di preti potevano diventare loro stessi una volta adulti con il trattamento ricevuto da piccoli? In fondo non avevano fatto i preti per scelta, o per vocazione come si suol dire.
E adesso speriamo solo che chi decide di fare il prete, adesso che può scegliere liberamente di farlo, lofaccia sul serio
avatar
Jurka

Numero di messaggi : 175
Età : 62
Località : Dolomiti orientali
Data d'iscrizione : 31.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Angela il Mer Mag 12, 2010 5:11 pm

Ambientalismo… un altro ismo.
E' un movimento che opera per la difesa ed il miglioramento dell'ambiente. Si occupa di inquinamento, protezione animali, aree protette, rifiuti, ogm, energia, sviluppo (sostenibile), clima e pace. Rappresenta tutte quelle correnti che portano avanti una trasformazione graduale della società al fine di arrivare ad una società ecocompatibile senza strappi eccessivi rispetto all'attuale situazione
Detto così una persona come me pensa: "Ecco la quota… mi iscrivo subito". Poi, però… riflettendoci un attimo… ehm… ci ripensa :
" Occhio… questo è un altro ismo… non fare cazzate". E così… al solito, vado a leggere un po' di roba e… scopro altro.
A questo punto le domande cominciano a fioccare… (che censura, eh?)
Chi sono queste persone e da che cosa sono mosse? Il loro è davvero un vero interesse per la salvaguardia del nostro martoriato pianeta?
Iniziare una discussione su uno dei temi da loro trattati (e sono tanti!) porta lontano… e porta a scrivere di tutto e di più. Dibattiti infiniti con gente che snocciola dati che dimostrano tutto e il contrario di tutto. Un casino… o se preferite una nube.
Una nube che aleggia sulle nostre teste (e non è solo quella del vulcano islandese) densa di "comandamenti" eco-compatibili.
Eccone alcuni:
Bisogna comprare frutta e verdura degli orti vicini a casa, per limitare i gas tossici dei trasporti.
Bisogna evitare di mangiare troppa carne e bere troppo latte perché gli allevamenti inquinano.
Bisogna stare in casa con il maglione, per tenere più basso il riscaldamento e inquinare meno l'aria. (La situazione ideale per loro era un po' come quella di Gesù con tanto di bue e asinello… ma… ops! Gesù è stato crocefisso, il bue ce lo mangiamo e l'asinello si usa come mascotte, eh eh!!)
Bisogna muoversi il meno possibile: spegnere quanto prima computer, tv, lavatrici, perché consumano energia e produrre energia significa inquinare.
Bisogna rinunciare ad un po' (nessuno si azzarda ad entrare nel dettaglio… l'approssimazione in questo casi pare essere un vero e proprio obbligo) di progresso e di benessere.
Bisogna che tutti ci mettiamo in testa che dobbiamo cambiare stili di vita per combattere l'inquinamento.
Bisogna puntare sulle rotaie (e non azzardatevi a parlare di TAV che questi si incazzano) per avere meno Tir in giro. Se poi gli italiani evitassero di respirare continuamente, si abbatterebbe drasticamente anche la percentuale di malattie respiratorie.
Insomma le loro idee per non inquinare si potrebbero riassumere con : tutti chiusi in casa ma a luci spente, niente carne, stop agli spostamenti che inquinano! Se proprio dovete spostarvi : bici (rigorosamente ecologica) o cavallo (e non provate a farlo stancare troppo che vi arriva una denuncia dalla protezione degli animali, capito?)
Ehm…a questo punto posso permettermi di chiedere chi ci protegge da loro?
Io direi che bisogna portar via la bandiera verde (su fondo rosso) a questi ecologisti (che fanno anche rima con "comunisti", specie più o meno umana ormai in via di estinzione), non per impugnarla noi (dobbiamo tenerci distanti da queste bandiere ideologiche) ma per trasformarla in tanti fazzoletti verdi… color verde buonsenso.
Guai a chi insozza città e montagne, nessuna condiscendenza verso chi avvelena mari, fiumi e laghi ma questo senza trasformarci tutti in ecologisti pieni di contraddizioni… perché anche loro, i "duri e puri dell'ecologismo" (altro ismo), alla fine si riempiono la casa di prodotti di quel consumismo sfrenato che, a parole, dicono di combattere.
Mi sa proprio che anche questi signori girano con le (ormai famose) fette di prosciutto sugli occhi… ma se ne facciano una ragione: il progresso e la scienza sono strumenti che hanno consentito al genere umano di sopravvivere e non si fermeranno perchè sono le nostre uniche armi per la sopravvivenza.
La differenza tra l'uomo e l'animale è anche questa, no? Io credo che sia questa "attitudine" alla sopravvivenza che alla fine ci salverà dall'estinzione.
Solo che... con noi si salveranno anche quelli che forse non se la meritano la salvezza : gli eco-cretini.


sunny
avatar
Angela
Admin

Numero di messaggi : 801
Età : 32
Località : Benaco
Data d'iscrizione : 04.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Gimand il Mer Mag 12, 2010 9:24 pm

Io, che sono abituato a pensar male, questi signori li obbligherei, come si diceva una volta: "ope legis" [in forza della Legge], a razzolare come predicano.
Sono sicuro che in poco tempo li vedremmo sparire tutti.
Il loro slogan è: "Fate quel che dico e non quello che faccio".
Sono abbastanza vecchio da poter dire di aver visto:

- Leaders di movimenti studenteschi di estrema sinistra andare in giro in Porsche subito dopo le manifestazioni.
- Leaders pacifisti con spranghe di ferro in mano e casco in testa.
- Pubblici ministeri moralizzatori e anticorruzione prendersi mazzette... Ops: prestiti milionari (in lire).
- Ex modelle di pelliccerie diventate, dalla sera alla mattina, animaliste.
- Grandi giornalisti simbolo del politically correct dire ai vigili che volevano multarli per sosta vietata: "Lei non sa chi sono io".
- Grandi esegeti del "risparmio energetico" pagare bollette Enel da discoteca del sabato sera.
- Sindacalisti e paladini dei lavoratori che pernottavano in alberghi a cinque stelle.

E così via. Solo che questi qui mica "razzolavano male" sulla pubblica piazza. Loro sulla pubblca piazza "predicavano bene".
Che a razzolare...di m**da (in ogni luogo) ci siamo costretti noi comuni mortali.
avatar
Gimand

Numero di messaggi : 281
Età : 67
Località : Domus Oscellae, oppure, se preferite: Domodossola (VB)
Data d'iscrizione : 20.01.09

Foglio di personaggio
Gioco di Ruolo:

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONI...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum